“un uomo oscuro” da “Come l’acqua che scorre” di M.Yourcenar


rodney-smith111

( … ) Allora il tempo cessò di esistere. Era come se fossero state cancellate le cifre di un quadrante e il quadrante stesso impallidisse come la luna nel cielo in pieno giorno. Senza pendola (quella della casetta non funzionava più ) , senza orologio (non ne aveva mai avuti), senza calendario appeso al muro, il tempo passava come un lampo o durava eterno, il sole si alzava, poi tramontava in un punto appena diverso dal giorno prima, un po’ più presto ogni sera, un po’ più tardi ogni mattina.  L’alba e il crepuscolo erano gli unici avvenimenti ad avere importanza. Fra loro scorreva qualcosa che non era il tempo, ma la vita.  ( … )

Be Sociable, Share!