Dylan Thomas


mimmo jodice

mimmp jodice

Oh, fatemi una maschera e un muro per nascondere alle spie
Dei vostri occhi aguzzi e laccati e degli artigli occhialuti
Lo stupro e la rivolta degli asili infantili del mio volto,
Mordacchia d’albero ammutito per bloccare contro i nemici scoperti
La lingua baionetta in questo indifeso pezzo da preghiera
(Questa bocca) e la tromba delle bugie soavemente sonata,
Espressione di tonto scolpita in quercia e in antica armatura
Per proteggere il cervello corrusco e smussare gli ispettori,
E un vedovile dolore unto di lacrime languente dal ciglio
Per velare la belladonna e lasciare che gli occhi asciutti
Scorgano gli altri tradire le lagnose bugie delle loro sconfitte
Con la curva della bocca nuda e il sorriso sopra i baffi.

                                                                                                                                                                        (Dylan Marlais Thomas 1914-1953)

 

Artista di grande talento Dylan Thomas ebbe successo professionale anche come giornalista. “Poeta dalla immensa e sfrenata immaginazione” scavava nel torbido e sfiorava l’oscuro, era spesso in contrasto con se stesso, ed era difficile comprenderlo ad un livello personale. Questa lotta interiore potrebbe derivare da un’incapacità di occuparsi delle richieste estreme che gli pervenivano a causa di una fama improvvisa. Una certa spiegazione deve anche trovarsi nelle varie sfaccettature della sua personalità descritta come particolarmente bizzarra, per cui appariva timido, confuso ed insicuro interiormente ma, esteriormente, egoista e altero. Tuttavia sempre ed estremamente affascinanante.
Al suo induscusso valore come poeta e scrittore corrispose sempre un’assoluta incapacità di gestire la sua vita, la famiglia viveva i negli stenti a causa dela sua “dedizione” all’alcolismo.
Gli fu commissionato da Igor StravinsKy un libretto per un’opera lirica perchè lo considerava “il miglior scrittore vivente”, ma l’opera non fu mai iniziata.
L’anno successivo alla morte di Dylan, Stravinsky compose il suo pezzo “In memoriam Dylan Thomas”.

 

Be Sociable, Share!