schizzi d’arancio


Ore, forse giorni di pensieri crudeli, pensieri che si affollano, si intrecciano, si sfidano, pensieri che tormentano. E rivedo il tuo volto prima della festa, il tuo vestito azzurro con schizzi d’arancio che adesso è là, sulla seggiola scarna, e aspetta di essere ancora. Sulle mie spalle, forse, ormai adulte e leggermente piegate in avanti? O su quelle esili e morbide e fresche di un’agile e tenera gazzella?

Quella che ti teneva la mano in quegli ultimi istanti.

Ricordi mamma?

 

Be Sociable, Share!