aiuto arrivano gli inglesismi!!!


The Invaders

 

– ciao Angelo che significa “OT” ? Lo leggo spesso nel web, se ne fa un grande uso… mi aiuti a capire?

– ehilà Faustine, certo! Letteralmente “OT” si traduce in: “off topic“, “fuori tema” e si usa principalmente nelle mailing-list o nei forum per specificare che l’argomento che si sta trattando non riguarda il tema principale di cui si parla. Si può usare, ma non se ne deve fare un abuso, non nelle conversazioni convenzionali ad esempio. Nei forum invece può essere utile perché ci permette di non prendere in considerazione il messoggio che denuncia di non essere attinente all’ argomento e quindi alla tematica del forum stesso. –

– quindi se ne fa un abuso normalmente… –

– certo, come si fa un abuso di tutti gli inglesismi in genere, diciamo la verità ormai parlare in italiano non è più “fashion”. –

– spiritoso! –

– Faustine, l’italiano non piace…o meglio, non piace a chi non lo conosce…non bene come te, o me, e così con gli inglesismi se la cava! –

– ma se alcuni artisti, scrittori, spesso li usano! –

– artisti, scrittori? Non veri artisti Faustine, non veri scrittori. Non nel senso che intendiamo noi almeno. 

– Ho paura che alcuni di questi termini sostituiranno totalmente quelli italiani nel giro di qualche anno nel parlare comune cosi che i nostri nipoti quando sentiranno la parola “ossimoro”, ad esempio, non sapranno di cosa si parla. Mi terrorizza. –
– Niente paura Faustine, non i nostri nipoti, tranquilla. –

– Lo spero. –

– Dovremo metterci d’impegno noi per imdedire che questo accada.-

–  Ok. Mi auguro che avremo nipoti che non pensino solo allo shopping!

OOPS! Vedi cara, la nostra lingua ormai è corrotta! –

–  Hai ragione Angelo, ma visto che hai detto oops avrei preferito che a corromperla fosse stato il glossario del fumetto!

F.

 

account = conto (in senso di internet e non bancario, chissà perchè)
background = sfondo, scenario(che è usato in inglese!!)
backstage = dietro le quinte (effettivamente è più comodo)
banner = cartellone pubblicitario su internet
break = pausa
blitz = assalto
box = scatola, riquadro, garage,.. (un’astrazione molto utile che in italiano vuol dire tutto e niente)
brochure = opuscolo
call center = assistenza telefonica
card = scheda, carta
chart = classifica, grafico
channel = canale
chef = cuoco (ma chef diventi solo quando sei bravo)
clown = pagliaccio (ma solo se sei sfigato)
default = predefinito
depliant = opuscolo
digital divide = divario tecnologico
display = schermo
dossier = cartella, approfondimento
editor = redattore
educazione = istruzione, scolatistica (da education)
election day = giorno delle elezioni
fashion = stiloso
fiction = finzione
fitness = attività fisica, benessere
flame = polemica
free = gratuito, libero (in inglese è ambiguo)
gossip= pettegolezzo
home = casa, cartella personale
home page = pagina iniziale, principale
j= (pronuciata “gei”) in italia i lunga
job placement = collocamento
kermesse = manifestazione
know-how = conoscenza
leader = capo
link = collegamento (usato anche fuori dal contesto tecnologico)
live = dal vivo
manager = amministratore
magazine = rivista
made = fatto, fabbricato
marketing = pubblicità?
master = dottorato
media = organi d’informazione, media
meeting = incontro, riunione
mobbing = pressione psicologica (sul lavoro)
network = rete
news = notizie
outlet = spaccio, sbocco
poll = sondaggio
pool = squadra
provider = fornitore internet (in inglese internet service provider ISP)
question time
roadmap = piano
relax = rilassamento
sexy = provocante
shock = spavento
show = spettacolo
situation= (lo capite da soli mi rifiuto di tradurlo)
slide = diapositiva, lucido
speaker = autoparlanti
speech = discorso
stage = tirocinio
tax day = giorno delle tasse
talk = discorso
team = squadra
task force = squadra/ gruppo di esperti
tool = strumento
topic = argomento
twin towers = torri gemelle
tutor = tutore
welfare = stato sociale
zoom = ingrandimento

http://assente.vega9.com/

Per tutte queste parole c’è un regolare, pronto da capire e da ricordare, equivalente italiano.
E allora che sforzo e che impegno ricordare tutte queste parole, ma quanto sarà facile, purtroppo,  per le generazioni future dimenticare la nobile lingua di Dante.

F.

 

Be Sociable, Share!