gli occhi di Roma


la_splendida_via_giulia_e_il_ponticello_di_palazzo_farnese_a

la_splendida_via_giulia_e_il_ponticello_di_palazzo_farnese_

Di seguito la mia poesia su Roma pubblicata nell’Antologia “Raccontare Roma visioni poetiche della città” –  collana Poiesis della Giulio Perrone Editore –  presentato e introdotto da Walter Mauro.

Roma pensata come un paesaggio magnetico, un universo, in questi componimenti in cui si mescolano voci e prospettive diverseGiovani poeti e meno giovani, tra loro molti esordienti, hanno costruito una loro personale immagine della metropoli: partono da un dettaglio, lo ingigantiscono, o ne accumulano diversi – a comporre un minimo itinerario esistenziale e cittadino insieme. Un vario e difforme tracciato di strade, tunnel di foglie e rami, palazzi periferici che offrono ombra nei giorni caldi; oasi silenziose di piazze, barriere laminate d’auto, chiese. Che cosìè oggi Roma? E come si fa a raccontarla? Dimostrano molti di questi autori che al caos dell’oggi si può ancora far fronte, scommettendo sulla forza dei versi e sulla concentrazione, sulla precisione di uno sguardo che riesce a isolare, a mettere a fuoco.

GLI OCCHI DI ROMA

Roma di strade intrecciate da umori,

di palazzi, di immagini, di Re.

Roma nascosta di eroi e suggestioni,

Roma all’aperto di Dolce vita e Caffè.

Roma di mercatini, di gatti, di passioni,

di fontane e papaveri , di scorci e di portoni.

Roma degli oratori, di ponti e gallerie,

Roma di passeracci, Roma di trattorie.

Roma di mezzogiorni scanditi da campane,

Roma delle carrozze, Roma delle fontane.

Roma di archi e chiese, Roma di luce eterna,

di anfiteatri e piazze, Roma della Cisterna.

Roma di mattoncini nelle strade assolate,

Roma della fontana delle Vittorie Alate.

Roma di cantori di teatro e di genti,

Roma di lunga storia di attimi fulgenti.

Roma dello Zodiaco, di una notte sofferta,

Roma di San Lorenzo, Roma Città aperta.

F.

Be Sociable, Share!