decoro e trasparenza


 

Ho scelto la “categoria” sentimenti per scrivere questo breve post,  ma non so il perché e non so ancora cosa scriverò. Probabilmente è questo bisogno di comunicare, questo prepotente germoglio d’intuito che mi dice che, oltre questo monitor, io ho incontrato i “sentimenti”, mi sono imbattuta in essi, li ho riconosciuti e spesso fatti miei. Sentimenti d’ogni tipo. Ho letto post che parlavano d’amore e dove l’amore pretendeva, reclamava il suo diritto d’esistere. Ho letto post dove la solitudine emergeva dolorosa e post dove emergeva un dolore solitario, e non è lo stesso. Ho letto post dove la politica era sovrana e non ammetteva repliche al parere. Post dove la politica era moderata e accettava il confronto, anzi lo pretendeva. Ho letto magnifiche storie e incontrato magnifici pensieri, e splendide parole. Richieste d’aiuto e solidarietà hanno nutrito il mondo dei blogger. Siamo ormai una forza e dobbiamo prenderne atto, ma anche e soprattutto assumendoci le nostre responsabilità, dobbiamo trasmettere affidabilità, ragionevolezza, dobbiamo essere saggi e sensati per nutrire questo progetto di comunicazione globale, perché la cosa importante è che noi siamo liberi, non abbiamo padroni, non c’è linea editoriale, non c’è regola a cui sottostare, se non una, ma fondamentale, che si traduce in due parole: il decoro e la trasparenza.

Be Sociable, Share!