reversibilità


Rose Rolando” Man Ray

 

Angelo di letizia, conosci tu l’angoscia, i singhiozzi, le onte, le accidie, i pentimenti, le notti insonni piene di confusi spaventi, quando gualcito il cuore come un foglio s’affloscia? Angelo di letizia, conosci tu l’angoscia? Angelo di bontà, conosci tu il rancore, i bui spasimi d’odio, le lacrime di fiele, le Vendetta che, alzando un lungo urlo crudele, vittoriosa s’accampa sugli spalti del cuore? Angelo di bontà, conosci tu il rancore? Angelo di salute, conosci tu le Febbri che lungo i muri scialbi dell’ospizio, com’esuli, van strascicando i piedi, e biascicando tremuli un po’ di sole chiedono, che le scaldi e le inebri? Angelo di salute, conosci tu le Febbri? Angelo di bellezza, conosci tu le grinze, l’orgasmo d’invecchiare, e la disperazione di leggere un’occulta, orrida devozione negli occhi ove i nostri occhi avidi un tempo attinsero? Angelo di bellezza, conosci tu le grinze? O angelo felice, angelo luminoso, in fin di vita Davide avrebbe domandato la salute agli effluvi del tuo corpo incantato, ma io le tue preghiere solo chiedere oso, o angelo felice, angelo luminoso!

( Baudelaire, _I fiori del male_, Reversibilità )

 

Baudelaire parla di reversibilità in campo personale e individuale (tra il bene e il male, tra la salute e la malattia, tra gioia e dolore, giovinezza e vecchiaia). Nei suoi versi emerge intensa l’opposizione tra il tempo in senso generale e l’oggi inteso come il qui e ora, il passato come annientamento, il tempo tutto in contrapposizione con l’istante, le condizioni dell’uomo vicine e lontane al medesimo tempo,speculari, l’ opposizione tra anima e corpo. Gli opposti si imbattono in loro stessi, anche la ricchezza e la povertà si scontrano e chiudono l’accesso all’amore. Il principio di reversibilità nella letteratura di Baudelaire è alla radice dell’essere. Siamo spaventati da questi opposti che si fronteggiano e si sfidano? Bene e male, gioia e dolore, salute e malattia? O forse a questi pensiamo di poter sfuggire in qualche modo? Ma la giovinezza e la vecchiaia, l’una di fronte all’altra nello specchio che si affrontano? Ci fanno paura?

Be Sociable, Share!